iphone7-jetblack-select-2016_av3

Sono passati pochi giorni dalla presentazione Apple di San Francisco. Neanche sono stati commercializzati e testati in mano i primi telefoni, che già iniziano a crescere le polemiche verso la casa di Cupertino. Apple ha presentato in maniera totalmente spettacolare ed innovativa i due nuovi colori della serie iPhone mercoledì scorso, il colore Jet Black, alla cui sola vista aveva già fatto guadagnare a Tim Cook, (Amministratore delegato Apple) cento punti sulla concorrenza e l’altro nuovo colore è un nero pressappoco regolare con una finitura leggermente opacizzata. Oltre a questi due colori sono stati presentati anche i classici colori standard gold, pink gold e silver, mentre il colore grigio siderale non è più presente.

iphone7-gallery6-2016

Ma il colore che, come ho accennato in precedenza, ha reso iPhone 7 un oggetto irresistibile è stato proprio il Jet Black, (non Jack Black, il Jack non è presente nei nuovi iPhone). Elegante, lucido e si presenta come invincibile e super li nella sua maestosa imponenza e fierezza, peraltro possedendo anche la super certificazione IP67 dovrebbe essere anche resistente alla polvere e all’acqua, il top.

iphone7-gallery1-2016

Ma qui sta il problema, proprio in quella bella finitura esterna che lo rende cosi di valore, al punto da investire un capitale per averlo. Si pensi che la versione base al prezzo minimo per il colore Jet Black è quella con un taglio di memoria da 128 GB, al modico prezzo di 909,00 €, come è riportato precisamente dallo stesso sito ufficiale http://www.apple.com/it/shop/buy-iphone/iphone-7#00,10. La finitura esterna è debole ed è facilmente graffiabile, oltre a trattenere le impronte.

Questa non è solo una considerazione generica atta a screditare un prodotto rispetto ad un altro, ma è la stessa Apple che nella pagina completissima e super dettagliata di iPhone sette in una noticina in fondo alla pagina lo spiega:

La finitura splendente di iPhone 7 Jet Black è il risultato di un processo di anodizzazione e lucidatura ad alta precisione in nove fasi. La superficie è dura come quella degli altri prodotti Apple anodizzati, ma con l’uso la sua brillantezza potrebbe evidenziare microscopiche abrasioni. Se questo ti preoccupa, ti consigliamo di proteggere il tuo iPhone con una delle tante custodie disponibili.

iphone7

La stessa giornalista Ashley Carman del sito The Verge.com, che ha avuto l’onore di poter testare con mano uno dei terminali Apple, il giorno stesso della sua presentazione.

Ha anche realizzato delle foto di un iPhone 7 Jet Black, in cui chiaramente sono visibili delle piccole lesioni. La conclusione triste ma vera è stata che quel telefono, che tutti già desiderano avere in tasca sin dal primo momento, si quello che entro fine dell’anno tutti avranno in tasca, era già graffiato.

apple-3

Ovviamente se non ti piace avere un telefono graffiato, come ci suggerisce la stessa Apple, bisogna andare “a proteggere” il tuo iPhone con una delle tante custodie disponibili, un’ottima soluzione, visto che non penso ci sia qualcuno di voi che possa amare il colore del proprio telefono, al punto di farlo deteriorare nel tempo. Oppure semplicemente ripiegate su un iPhone di colore nero opaco, lì Apple non ha lasciato alcuna nota in piccolo, potete stare “tranquilli”.

iphone7-jetblack-select-2016_av3